Archivio tag: parmigiano Reggiano

farfalle alla carbonara

La carbonara con le farfalle….

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di pasta (farfalle);
  • 100 g di prosciutto cotto in un unica fetta;
  • 3 cucchiai colmi di olio extravergine d’oliva;
  • Mezza cipolla;
  • 300 g di pisellini;
  • 2 uova;
  • 2 cucchiai di pecorino grattugiato;
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano;
  • Sale;
  • Pepe.

Preparazione:

  • Tritate finemente la cipolla.
  • Mettete l’olio in una padella con i bordi alti, aggiungere la cipolla lasciandola appena dorare, aggiungere i pisellini, versare un Continua a leggere
rissotto-alle-zucchine

Risotto con le zucchine… a modo mio.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di riso;
  • 3 zucchine medie;
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva;
  • 20 g di burro;
  • 30 g di parmigiano reggiano;
  • Uno spicchio d’aglio;
  • 1 / 2 litro di brodo vegetale;
  • Sale fino;
  • Prezzemolo tritato;

Preparazione:

Carciofi in salsa.

Carciofi in padellaIngredienti per 4 persone:

  • 4 o 5 carciofi teneri (vanno bene quelli con le spine o quelli romani senza);
  • 40 g. di burro;
  • 100 ml di brodo vegetale;
  • 2 limoni (solo succo);
  • 1 rametto di prezzemolo;
  • Sle fino e pepe.

Procedimento:

  • Pulire i carciofi:
  • Eliminate le foglie esterne dure dei carciofi.
  • Spuntateli con un taglio netto di un coltello affilato.
  • Tagliate via i gambi e tornite i fondi, sempre con un coltello.
  • Spremete il succo dei limoni e versatene metà in una bacinella d’acqua fredda.
  • Dividete i carciofi in quarti, eliminate il fieno interno e trasferiteli, man mano che sono pronti, nella bacinella con l’acqua e succo di limone.

La cottura:

  • Sciogliete il burro in un tegame e rosolatevi un minuto i quarti di carciofo, ben scolati dall’acqua e limone.
  • Salateli, pepateli e bagnateli con il brodo.
  • Fate riprendere il bollore, abbassate la fiamma e mettete il coperchio, lasciando un piccolo spiraglio.
  • Cuocete i carciofi 20 minuti, o finchè sono teneri e il brodo di cottura è quasi tutto ristretto.
  • Aggiungete al fondo di cottura il prezzemolo tritato e il succo di limone rimasto.
  • Cuocete le verdure altri 5 minuti.
  • Togliete dal tegame e servitele.

Consigli dalla redazione:

A questo piatto si può aggiungere la pasta facendo in questo modo:

  • Quando i carciofi sono ad una cottura quasi ultimata, teneri ma con il brodo non del tutto ristretto, aggiungere 400 ml di altro brodo precedentemente preparato.
  • Portare a bollore e versare 350 g di pasta (fusilli o tortiglioni), mescolare e controllare la cottura.
  • Mescolare continuamente a modo di risotto, assaggiando sia di sale che di cottura. Il brodo deve essere quasi del tutto asciutto.
  • Due minuti prima di spegnere aggiungere 10 g di burro e mescolare fino al completo assorbimento.
  • Spegnere, aggiungere abbondante parmigiano e una spolverizzata di prezzemolo.

Sformato di fagiolini.

sformato di fagioliniIngredienti per 4 persone:

  • 300 g di fagiolini;
  • 70 g di burro;
  • Un cucchiaio di estratto di carne ( liebig se piace);
  • 50 g di farina bianca;
  • 1/2 litro di latte intero;
  • 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato;
  • 3 uova;
  • Sale fino e grosso.

La cottura:

  • Portate a bollore 2 litri d’ acqua in una casseruola, salatela con 2 cucchiai di sale grosso.
  • Spuntate i fagiolini e lavateli in acqua fredda.
  • Scolateli e versateli nell’ acqua bollente.
  • Aspettate che l’ acqua abbia ripreso il bollore e scolateli in un colapasta.
  • Sciogliete 20 g di burro in una padella e rosolatevi i fagiolini 3 minuti.
  • Unite l’ estratto di carne, diluito in poca acqua calda, e  insaporitevi le verdure 2 minuti.

Come formare lo sformato:

  • Sciogliere 50 g di burro in un tegame e incorporatevi la farina, mescolando 2 minuti con un cucchiaio di legno.
  • Versate il latte freddo, tutto in una volta, e portate lentamente a bollore, sempre mescolando (dieci minuti).
  • Insaporite la besciamella con sale e Parmigiano.
  • Fatela intiepidire e incorporatevi le uova.
  • Unite i fagiolini e versate in uno stampo imburrato.

La cottura:

  • Cuocete in forno a 180 °C, a bagno maria, 50 minuti.
  • Sformate e servite caldo o freddo ( freddo, accompagnate con insalate e pomodorini).

Consigli dalla redazione:

  • Per mantenere il colore verde brillante dei fagiolini e delle altre verdure, è bene passarli subito nell’acqua fredda.

Minestrone saporito.

Minestrone SaporitoIngredienti per 4 persone:

  • 100 gr. di fagioli sgranati;
  • 100 gr. di piselli gia sgusciati;
  • 50 gr. di spinaci o erbette;
  • 150 gr. di patate;
  • 100 gr. di zucchine;
  • 1 carota; 1 gambo di sedano;
  • 1 cipolla media;
  • 100 gr. di pomodori;
  • 1 dado da brodo;
  • 3/4 foglioline di prezzemolo/ basilico;
  • 30 gr. parmigiano Reggiano;
  • 30 ml. di olio extravergine d’oliva;
  • 200 gr. di riso o pasta;
  • Sale fino.

La preparazione:

  • Eliminate  le radici agli spinaci e le foglie sciupate, lavateli bene.
  • Raschiate la carota, lavate la zucchina e il sedano, sbucciate la cipolla, pelate le patate e lavate i pomodori.
  • Tagliate le verdure a pezzi più o meno grandi, a seconda dei gusti personali.
  • Tagliate igli spinaci o le erbette a striscioline.

La cottura:

  • Ponete sul fuoco una casseruola con 5 litri d’acqua fredda, aggiungendo i fagioli e i piselli.
  • Proseguite unendo le altre verdure.
  • Aggiungete il dado e, se necessario, salate.
  • Lasciate cuocere 90 minuti dall’ebollizione.
  • Unite il riso o la pasta, tipo ditali rigati, fate cuocere altri 15 minuti circa o quanto indicato.
  • Lavate intanto le foglie di basilico e sgrondatele.

La presentazione:

  • Togliete dal fuoco e incorporate il parmigiano grattugiato, mescolate.
  • Insaporitela con le foglie di basilico fresco, e irrorate con olio extravergine d’oliva.

Consigli dalla redazione:

  • Volendo risparmiare tempo, si possono usare i fagioli e i piselli in barattolo, oppure, se si preparano i fagioli in altri giorni, si possono far bollire in dose maggiore per poi congelarne una parte, utilizzandoli per il minestrone successivamente.
  • Per mantenere le proprietà dell’olio è bene versarlo a cottura terminata.