Archivio tag: noce moscata

Timballo di patate

Timballo alla bionda

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di patate;
  • 100 g di prosciutto cotto;
  • 1/2 spicchio d’ aglio;
  • 100 ml di panna da cucina;
  • 100 ml di birra bionda;
  • 4 uova;
  • Un cipollotto;
  • 50 g parmigiano grattugiato;
  • Un cucchiaino di Continua a leggere
Pepite di ricotta

Pepite di ricotta

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 g di ricotta;
  • 30 g di parmigiano reggiano;
  • 20 g di farina bianca;
  • 1 uovo;
  • 1 tuorlo;
  • 1 rametto di prezzemolo;
  • 300 ml di olio per friggere;
  • noce moscata;
  • farina per il piano di lavoro;
  • Sale e pepe.

Preparare l’ impasto:

  • Grattuggiare il parmigiano in una ciotola.
  • Lavate il prezzemolo, sgrondatelo e, raccogliendo le foglie, tritatele finemente aggiungendole nella ciotola col Continua a leggere
pollo alla panna

Pollo con la panna

Ingredienti per 4 persone:

  • 1,2 chili di pollo a pezzi (oppure 700 g di tranci di petto di pollo);
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • 50 g di burro;
  • 100 ml di brodo di pollo;
  • 10 g di farina;
  • 300 ml di panna per cucinare;
  • 10 g di cipolla tritata;
  • Una grattugiata di noce moscata;
  • Sale fino.

La preparazione:

bignè al salmone

Bignè al salmone.

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g. di salmone;
  • 1/2 litro di latte;
  • 1 cipolla;
  • 4 cucchiai di farina;
  • 1 uovo;
  • 2 tuorli;
  • 1 ciuffo di prezzemolo;
  • 50 g. di burro;
  • 1 ciuffo di basilico;
  • noce moscata;
  • Sale e pepe;
  • Abbondante olio di semi di arachidi;
  • 4/5 fili di erba cipollina.

La preparazione:

  • Fate sciogliere il burro con il latte in un tegame a fuoco moderato.
  • Aggiungete poco alla volta 3 cucchiai di farina passandola per il setaccio.
  • Mescolate bene, aggiungete sale, pepe, e una grattugiata di noce moscata.
  • Unite la cipolla affettata e fate cuocere a fuoco moderato, continuando a mescolare.
  • Quando il composto inizierà a staccarsi dal fondo e dalle pareti del tegame, toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare.
  • Diliscate il salmone, eliminando completamente la pelle, passatelo nel mixer, unitevi: l’uovo, i tuorli e le erbe aromatiche tritate.
  • Incorporare il composto alla crema preparata in precedenza e mescolate bene, fino ad ottenere un composto omogeneo e morbido.
  • Prendete l’impasto con un cucchiaio, formate tanti bignè rotondi, infarinateli leggermente.

La cottura:

  • Fate riscaldare l’olio di arachidi, in una padella, friggete i bignè pochi alla volta, facendoli dorare in modo uniforme.
  • Metteteli  a sgocciolarli sulla carta da cucina.
  • Trasferite i bignè su un piatto da portata e servite.

Consigli dalla redazione:

  • I bignè al salmone si possono preparare anche evitando il fritto, creando i bignè con la pasta preparata da noi o comprandoli già pronti in busta.
  • Si prepara la salsa al salmone facendo insaporire 500 g di salmone già pulito e deliscato, con olio prezzemolo, un pizzico di sale e il succo di due limoni, si lascia marinare circa tre ore, si passa tutto al mixer aggiungendo 200 g di maionese. Ottenuta la crema al salmone, si aprono con un coltello i bignè, si farciscono con la crema. Si guarniscono con stiscioline di salmone marinato e qualche foglia di prezzemolo.

Fave fresche stufate.

zuppa di faveIngredienti per 4 persone:

  • 1 kg di fave fresche;
  • 1 piccolo cipollotto;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • 4 cucchiai di olio d’oliva;
  • 2 rametti di maggiorana;
  • 2 bicchieri di brodo vegetale;
  • 4 cucchiai di salsa di pomodoro;
  • 8 fette di pancarrè;
  • 1 grattuggiata di noce moscata;
  • Sale fino e pepe.

La preparazione:

  • Sgusciate le fave e raccoglietele in una ciotola.
  • Pulite il cipollotto, lavate la parte bianca e asciugatela.
  • Sbucciate gli spicchi d’aglio, lasciandoli interi.
  • Eliminate la crosta alle fette di pane e riducete la mollica a dadini.
  • Tritate il cipollotto.

La cottura:

  • Rosolate il cipollotto tritato, con olio d’oliva, in un capace tegame,un minuto.
  • Unite gli spicchi d’aglio interi e insaporiteli un minuto, mescolando con un cucchiaio di legno.
  • Aggiungete le fave, salatele e pepatele.
  • Bagnate con il brodo bollente, unite un rametto di maggiorana e mettete il coperchio, lasciando un piccolo spiraglio.
  • Abbassate la fiamma e cuocete le fave, mescolandole 3 / 4 volte, finchè sono tenere, ma ancora al dente (25 minuti).
  • Se il fondo di cottura è troppo brodoso, fatelo evaporare senza coperchio, a fuoco vivace.
  • Togliete maggiorana e aglio, versate le fave in piatti fondi.
  • Riscaldate la salsa di pomodoro.
  • Unite pane e salsa alle fave, condite con pepe e noce moscata, servite.

Consigli dalla redazione:

  • Il pane si può tostare lasciandolo in forno 5 minuti a 250 °C, si otterranno dei piccoli crostini.

Sformato di cavolfiore.

Sformato di cavolfioreIngredienti per 4 persone:

  • 400 g di cavolfiore;
  • 3 uova;
  • 70 g di burro;
  • 30 g di Parmigiano grattugiato;
  • 300 ml di latte;
  • 30 g di farina;
  • Una grattugiata di noce moscata;
  • Sale fino e grosso.

Preparare la verdura:

  • Portare a bollore 1 litro abbondante di acqua in una casseruola.
  • Salatela con un cucchiaio di sale grosso.
  • Staccate le cimette al cavolfiore, lavatele e versatele nell’acqua bollente, fate riprendere il bollore.
  • Lessatele 5 minuti e scolatele.

Completare lo sformato:

  • Scigliete 30 g di burro in un tegame.
  • Rosolatevi le cimette 3 minuti.
  • Bagnate con poco latte e cuocete, a fuoco dolce, 5 minuti.
  • Frullate il cavolfiore e mettetelo in una ciotola.
  • Incorporatevi quasi tutta la farina, mescolando 2 minuti con un cucchiaio di legno.
  • Aggiungete il latte rimasto, freddo.
  • Portate lentamente a bollore, sempre mescolando, 6 minuti circa.
  • Incorporatevi, a fuoco spento, sale, noce moscata e Parmigiano.
  • Mescolate al frullato la besciamella precedentemente preparata, e le uova.
  • Imburrate e infarinate 4 stampini individuali (o uno stampo unico).
  • Trasferitevi il composto e cuocetelo in forno, a 180 °C, a bagnomaria, 30 minuti (o finchè è sodo).
  • Servite gli sformatini caldi, completandoli, se gradite, con altra besciamella, calda e molto fluida, e con fili di erba cipollina tagliuzzata con un paio di forbici.